Obiettivi

Il progetto qui presentato ha l’obiettivo generale di migliorare la qualità della vita dei destinatari attraverso il soddisfacimento dei seguenti obiettivi specifici:

  • Disincentivare i comportamenti illeciti della popolazione ed incoraggiare il radicamento della cultura della legalità e la trasmissione di buone pratiche della legalità, attraverso un puntuale e continuo monitoraggio del territorio e la sensibilizzazione della comunità.

 

  • Promuovere una rilevante azione di animazione territoriale, attivando percorsi di diffusione e sensibilizzazione relativi alla presenza di beni confiscati sul territorio, anche a livello nazionale. L’obiettivo è finalizzato a creare e rafforzare rete tra le istituzioni , le Cooperative e le Associazioni, le scuole e le altre realtà del territorio tramite la mappatura e l’analisi dei beni confiscati sul territorio e la diffusione di buone pratiche sul loro possibile utilizzo. L’obiettivo sarà raggiungibile anche mediante la realizzazione dei seminari e convegni previsti in più regioni di Italia che si concluderà con la “settimana della legalità” come descritto di seguito.

 

  • Favorire l’inclusione sociale, il recupero e lo sviluppo di abilità e competenze e l’avvio di percorsi di inserimento lavorativo a favore di soggetti in area penale rafforzando anche i processi di imprenditoria sociale.

 

  • Qualificare e valorizzare un bene comune con la realizzazione di buone pratiche.

 

  • Valorizzare e rendere applicabile la normativa vigente sull’agricoltura sociale approvata a livello nazionale con L. 141/2015 e regionale con la l.r. 22/2012; favorire la conoscenza e la portata reale del problema, delle sue conseguenze, delle sue risoluzioni attraverso un’informazione e anche una sponsorizzazione della qualità dei prodotti locali anche al fine di rafforzare l’economia sociale.

 

  • Promuovere attraverso la pratica sportiva aggregazione, valori sani come la correttezza competizione tra avversari, oltre all’adozione di corretti stili di vita.